Ancitel portale
Laboratorio ICT
 
 
 
Alcuni documenti sono in formato PDF. Se non si dispone del software Adobe Acrobat Reader, é possibile scaricarlo gratuitamente
Download della versione aggiornata di Adobe Reader
IL RAPPORTO ANCITEL 2009

Il tema dell’innovazione e della semplificazione amministrativa attraverso gli strumenti ICT è certamente nodale per lo sviluppo del Paese. 

Nell’ultimo decennio abbiamo assistito all’infittirsi di interventi per l’informatizzazione dei front office, mentre poco è stato fatto per migliorare i sistemi organizzativi della PA e l’interoperabilità tra enti.La conseguenza, come evidenziato in questo rapporto, è un’innovazione superficiale che non incide in profondità sui processi amministrativi e rischia di provocare continui ritorni a situazioni di arretratezza e di scarsa qualità dei servizi.
Permane in Italia uno squilibrio tra le esigenze dei cittadini e delle imprese e la capacità di risposta del sistema pubblico. Non sono mancate dagli anni ’90 in poi riforme degli assetti costituzionali e legislativi, ma queste stentano tuttora a trovare effettiva applicazione.
Serve un impegno nelle politiche attuative in grado di “far passare le riforme”, di rendere reale il cambiamento in tutte le amministrazioni.
I Comuni italiani, punto di contatto privilegiato tra il sistema amministrativo pubblico e i cittadini, hanno vissuto in questi anni cambiamenti importanti e sono riusciti a raggiungere, in alcuni casi, livelli di prestazione elevati. Tuttavia questi cambiamenti hanno avuto un carattere frammentario e discontinuo, con divari territoriali notevoli.
 
Il Rapporto Ancitel 2009 "Le ICT nei Comuni italiani" vuole essere un tentativo di offrire una fotografia oggettiva del panorama nazionale, con le sue luci e le sue ombre, utile spunto per stimolare il dibattito e giungere alla formulazione di piani unitari di azione da parte delle autorità centrali e delle autonomie.
(Paolo Teti, Amministratore Delegato Ancitel S.p.A.)